Cinema, Cristina Picchi tra Locarno e Berlino

LUCCA - Dopo il premio al Festival svizzero, la regista lucchese in lizza per l'European Film Awards, a Berlino, il prossimo dicembre.

-

Immagini dello scorso agosto, al Festival del Cinema di Locarno. La regista lucchese Cristina Picchi riceve il Pardino d’argento, il secondo premio per la categoria internazionale dei registi emergenti per il documentario dal titolo Zima, dedicato all’inverno in Russia. Un risultato inaspettato alla vigilia, e che soprattutto regala a Cristina la nomination agli European Film Awards in programma il prossimo dicembre.
Quasi la realizzazione di un sogno per la giovane videomaker.
In attesa di Berlino, Cristina Picchi sta ultimando un documentario che promette di essere tra i più interessanti degli ultimi tempi. Si intitola “Il disassociato” ed è dedicato alle vicissitudini attraversate da un giovane che ha deciso di abbandonare i testimoni di Geova.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento