Elezioni Pd, sfida incrociata

LUCCA - Sfida incrociata tra i candidati pro e contro Renzi. Nel territoriale in vantaggio il candidato renziano Andreuccetti, a Lucca Francesca Pacini vince nei primi tre circoli ma Bambini si afferma a S. Anna.

-

Sono in pieno svolgimento i congressi per il rinnovo delle cariche locali del Pd ed iniziano ad essere resi pubblici i primi risultati. Nella corsa al rinnovo della segreteria territoriale del partito, quella che comprende il territorio della lucchesia, dopo i congressi svoltisi fino a sabato risulta in vantaggio il segretario uscente Patrizio Andreuccetti con 556 voti, contro i 410 della sfidante, Daniela Grossi. I risultati parziali possono essere visti, pur con tutte le cautele del caso, come indicatori della forza sul territorio degli schieramenti a favore o contro Matteo Renzi. Andreuccetti, renziano, ha vinto, con qualche eccezione sia in Valle del Serchio che a Capannori. Ed ha colto una netta affermazione anche a Lucca, nel quartiere di Sant’Anna.
Un’affermazione che potrebbe far presagire un’avanzata dei renziani anche nel capoluogo, dove fino a sabato Daniela Grossi, la candidata non renziana, sembrava la vincitrice incontrastata, dopo le affermazioni nei circoli Centro, Lucca Sud e Oltreserchio.
Per quanto riguarda la segreteria comunale lucchese del partito, i risultati fino ad ora ricalcano quelli del territoriale, a testimoniare che il voto sta assumendo sempre più il carattere di un referendum pro o contro renzi. Nei circoli dove ha vinto Daniela Grossi ha vinto anche la candidata comunale non renziana, Francesca Pacini. A Sant’Anna invece ha vinto il renziano Francesco Bambini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento