Il sottosegretario Manzione in Versilia

VIAREGGIO - Il sottosegretario all’Interno Domenico Manzione ha preso parte al comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica richiesto dalla prefettura per fare il punto sulla situazione della sicurezza versiliese.

-

E’ iniziato con un minuto di silenzio in onore alle vittime del tragico naufragio di un barcone di immigrati a Lampedusa l’incontro per l’ordine e la sicurezza pubblica in comune a Viareggio a cui ha preso parte il sottosegretario all’interno Domenico Manzione. L’incontro, voluto dal prefetto Cagliostro per fare il punto della situazione sulla sicurezza in Versilia, ha visto la presenza, oltre dei vertici delle forze armate e di polizia, dei sindaci versiliesi, di quello di Lucca Alessandro Tambellini e del presidente della provincia Stefano Baccelli. Il sottosegretario ha aperto i lavori ritornando sulla questione della tragedia di Lampedusa, ribadendo la volontà espressa da più parti di proporre i cittadini dell’isola per il premio Nobel per la Pace. Chiusa la doverosa parentesi legata alla tragedia dell’ immigrazione, sono stati affrontati i temi più stettamenti attinenti alle problematiche del territorio. Un territorio, quello versiliese, che il sottosegretario conosce profondamente.
L’incontro, che è proseguito fino a metà pomeriggio, ha visto l’intervento di tutti i sindaci ai quali il sottosegretario ha confermato la difficoltà di un aumento di organico per quanto riguarda le forze di polizia ma che ha espresso la volontà proporre l’eliminazione dei i vincoli del patto di stabilità per quanto riguarda l’assunzione di vigili urbani e le spese per la sicurezza pubblica. I dati riferiti dalla prefettura , del resto, parlano di un calo dei furti e delle rapine sul territorio, negli ultimi 5 mesi, del 15 – 20%. Dato che stà ad indicare l’effettiva efficacia della sinergia tra le varie forze di polizia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento