Lucchese più corsara che casalinga

CALCIO D - Lo dice il ruolino di marcia dei rossoneri nelle primi cinque giornate di campionato. Doppia seduta all’Acquedotto in vista della gara interna con la Clodiense. Una giornata di squalifica al vice-Fracassi.

-

2_10_13__lucchese.jpg

Riccione conferma che la Lucchese c’è. Magari ancora ad intermittenza ma con un potenziale che le permette spesso di vincere partite che altri non potrebbero. Fermo restando il discorso di un mercato ancora clamorosamente aperto, o forse socchiuso fate voi, la squadra dispone di mezzi tecnici talvolta di categoria superiore e tutto ciò può darle ulteriore slancio. Passare al “Romeo Neri” non è stato affatto semplice come hanno ribadito ai nostri microfoni l’arcigno difensore centrale Marcos Espeche e il DS Bruno Russo. Volendo invece analizzare il cammino dei rossoneri nelle prime cinque giornate, un piccolo spicchio di campionato, si può notare che la squadra di Pagliuca ha mantenuto il trend di quella che fu di Innocenti, pur con le debite varianti sul tema. Ovvero: vincente e quasi imbattibile in trasferta, vedi anche la clamorosa rimonta di Montichiari (da 1-3 a 3-3), con 10 punti in tre partite, balbettante e impaurita al Porta Elisa con soli 3 punti in due partite, frutto della clamorosa sconfitta con il Romagna Centro dell’8 settembre scorso, che più che di armistizio sa di Caporetto. Ecco, sarà in casa che Aliboni e compagni dovranno avere rendimento e risultati più congrui al loro blasone e alle loro ambizioni. Clodiense avvisata, Lucchese mezza salvata: il moto per domenica prossima è già detto e…scritto. Intanto il giudice sportivo ha inflitto tre giornate di squalifica all’allenatore della Clodiense (prossimo avversario della Lucchese) Andrea Pagan ed una al vice allenatore rossonero Stefano Fracassi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento