Motociclisti enduro a guardia dei boschi

VILLA BASILICA - I motociclisti enduro del club Stefano Rampico pattuglieranno i boschi del territorio in funzione antincendio: l'accordo con la Vab è in fase di definizione.

-

Le moto enduro per le strette strade del paesino di Boveglio. E’ il mini raduno promosso dal Club Stefano Rampico Quad Enduro in ricordo di Stefano Perini, appassionato motociclista scomparso un anno fa per un malore improvviso. Ma il club ha voluto ricordare anche Mario Flosi, conosciuto come Varichina, un altro endurista scomparso nel 2012 sempre a causa di un malore, un attacco cardiaco.
Il raduno è’ stata l’occasione per stringersi ancora attorno alla famiglia di Stefano, ma anche di difendere uno sport che tante volte è finito nel mirino delle critiche, soprattutto per i danni provocati alle strade collinari e montane dagli enduristi che non rispettano le regole.
la migliore risposta arriva proprio da questo club, che sta per stringere un accordo con la Vab, i volontari antincendi boschivi. Gli enduristi, in sella alle loro moto, sorveglieranno i boschi del territorio di Villa Basilica in funzione antincendio e pronti ad intervenire in caso di soccorsi alle persone. L’intesa con la Vab, in fase di definizione, sarà la prima del genere in Toscana.
Un modo per dimostrare che gli appassionati di moto possono non solo rispettare l’ambiente ma diventarne anche i difensori.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento