Primi movimenti alla Michela Fanini

CICLISMO - Patron Brunello Fanini al lavoro per il 2014. Confermato il DS Lanzoni e gran parte della squadra. Primo acquisto: la 18enne bergamasca Simona Crotti. La francese Edwige Pitel al GP delle Nazioni a cronometro.

-

17_10_13__michela_fanini.jpg

Primi movimenti in casa della “Michela Fanini Record Rox” in previsione della nuova stagione e del 2014. Intanto le conferme. Su tutti quella del direttore sportivo Giuseppe Lanzoni che ha superato a pieni voti l’ostacolo dell’esordio nella categoria femminile: “Lanzoni ha lavorato molto bene, ha affernato il presidente Brunello Fanini, nonostante un organico pieno di giovani, spesso al loro primo anno da elite; un vero professionista che ha meritato di rimanere con noi. Ci aiuterà a crescere”. Sul fronte delle atlete, rimarranno: la campionessa estone Liisi Rist (22 anni), Lara Vieceli (20 anni), Azzurra D’Intino (22 anni), Carlotta Brui (19 anni), Betrice Bafile (18 anni), la spagnola Mireia Epelde (28 anni), l’ucraina Eugenia Wysotska (38 anni) e la francese Edwige Pitel (46 anni). L’esperta atleta transalpina, tra l’altro, non ha ancora chiuso la stagione perché il 20 ottobre prossimo sarà al via (unica rappresentante della Michela Fanini) della Cronometro delle Nazioni, prestigiosa gara contro il tempo che si corre in Francia su invito. Per quanto riguarda la permanenza nel team della thailandese Jutatip Maneephan (25 anni) se ne riparlerà invece solo alla fine di dicembre. In mezzo a tanti volti conosciuti…ce ne è anche uno nuovo: si tratta del primo acquisto Simona Crotti (18 anni) nata a Bergamo. Simona ha iniziato la carriera ciclistica fra le giovanissime nella società del paese di residenza Bonate di Sotto dove ha anche sede uno dei principali sponsor partner della società (la Record spa), ottenendo numerosi piazzamenti da esordiente e allieva. Bene anche il suo rendimento nel primo anno da juniores (nell’Uc Sforzatica); poi sono subentrati alcuni problemi di salute che hanno condizionato le stagioni successive. Risolta la questione Simona, che si considera una passista veloce, è pronta al passaggio nelle Under 23 e poi all’esordio nelle elite.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento