Pagliuca ha la febbre a…40

CALCIO D - Il tecnico rossonero fissa la quota per il giro di boa. Cinque partite e un calendario non semplice per la Lucchese che martedì pomeriggio ha ripreso la preparazione. Domenica trasferta a Budrio con il Mezzolara.

-

Cinque giornate alla fine del girone di andata con un calendario non proprio bellissimo ma tre partite importanti (Fortis Juve. Massese e Correggese) da giocare tuttavia al Porta Elisa, divenuto quest’anno una sorta di fortino quasi inespugnabile. Non a caso quella contro il Palazzolo è stata la quinta vittoria consecutiva “infarcita” anche da un bel calcio. Le due trasferte chiameranno invece la Lucchese a Budrio, domenica prossima contro il Mezzolara e poi a Forcoli contro il fanalino di coda del torneo. Nei giorni scorsi Guido Pagliuca aveva tracciato una sorta di tabella, di antica memoria e tradizione calcistica, per cui l’optimum sarebbe girare a quota 40 punti. Tutto ciò ribadendo che ogni partita fa storia a sè e che gli avversari vanno tuti rispettati, dalla prima all’ultima della classe. Intanto è iniziata la preparazione per la difficile gara di Budrio contro un Mezzolara ringalluzzito dal successo sui cugini del Castelfranco nel derby emiliano. Interlocutore scomodo e questo Pagliuca lo sa. Rispetto alla gara interna con il Palazzolo rientrerà Aliboni che ha scontato la squalifica e che dovrebbe riprendersi il ruolo di mediano centrale anche se Lo SIcco non è affatto dispiaciuto. Molto più dificile ipotizzare invece un rientro di Nazzareno Tarantino. Gli infortuni muscolari inducono lo staff medico alla prudenza e quindi sarà più facile rivederlo nella doppia sfida casalinga ad inizio dicembre con Fortis Juve e Massese.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento