Provincia e MPS in aiuto dei cassaintegrati

LUCCA - Accordo tra Provincia e Monte dei Paschi di Siena per anticipare la liquidità dovuta dall'INPS ai lavoratori in cassa integrazione in deroga e speciale.

-

E’ stata firmata a Palazzo Ducale la convenzione che la provincia ha stipulato con il Monte dei Paschi di Siena per venire in contro ai lavoratori in cassa integrazione in deroga. La convenzione, in pratica, consiste nell’apertura da parte della banca di un conto corrente personale del lavoratore in cassa integrazione per consentire l’anticipo del denaro che l’INPS dovrà poi erogare. Questo per alleviare i disagi dovuti alla lentezza con cui l’ente previdenziale liquida la cassa integrazione, in media 3 o 4 mesi. La provincia si farà carico degli interessi passivi dei conti correnti, mentre le spese di apertura saranno pari a zero. Soddisfazione per questo intervento è stata espressa dai sindacati, anche se è stata sottolineata la totale indifferenza delle banche a questa problematica, dato che Monte dei Paschi è stato l’unico istituto di credito ad aver risposto alla richiesta di Palazzo Ducale.
Dai dati forniti durante la conferenza stampa, risulta che da gennaio 2013 sono state più di 15.000 le domande di cassa integrazione straordinaria in Toscana. In questo quadro Lucca si presenta al quarto posto dopo Firenze, Arezzo Pistoia e Prato, con 2.361 lavoratori interessati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento