Viareggio, ma cos’è questa crisi

CALCIO LEGA PRO - La secca sconfitta di Lecce ribadisce il momento di grave difficoltà della squadra bianconera. Tanto lavoro attende il neotecnico Cristiano Lucarelli. Ascoli e Barletta per cercare la prima vittoria stagionale.

-

Ci si deve affidare alla legge dei grandi numeri, o perlomeno anche a quelli, per sperare nella prima vittoria stagionale del Viareggio. Dopo 10 giornate, quindi più o meno ad un terzo di campionato, il tabellino delle zebre recita mestamente così: 6 pareggi, 4 sconfitte e nessuna vittoria, 8 reti segnate e ben 17 subìte mettendoci le tre incassate nella secca sconfitta di Lecce. In effetti la gara sul campo dei giallorossi salentini ha confermato i problemi di questo Viareggio che l’approdo di panchina di Cristiano Lucarelli non potevano risolvere in un batter di ciglia. Tanto lavoro attende l’ex-bomber livornese sia sul piano tecnico-tattico che sotto il profilo del morale di una truppa ai minimi termini. Ed anche in vista della prossima gara interna con l’Ascoli, appaiato a quota 6 punti al Viareggio, non è che Lucarelli possa fare i salti di gioia. Celiento è squalificato, Romeo infortunato e le condizioni di Benedetti andranno valutate nei prossimi giorni, così come Casarini alle prese con un fastidioso problema muscolare. Certo è che contro Ascoli e la successiva trasferta di sabato 16 novembre a Barletta Pizza e compagni cercheranno di sfruttare il calendario ed avversari abbordabili per dare una scossa al loro campionato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.