Fotografie e testi raccontano la Garfagnana

CASTELNUOVO - Presentato al teatro Alfieri il volume “Garfagnana, una terra dalle origini lontane dove il tempo scorre piano”, edito dalla Pacini Fazzi con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

-

Un territorio unico con le sue valli verdissime, le sue pievi medievali e i borghi innevati. È la Garfagnana raccontata da due uomini che questa terra l’hanno vista, studiata e vissuta in ogni suo scorcio, in ogni suo cambiamento e più antica tradizione quella che si trova nel volume “Garfagnana, una terra dalle origini lontane dove il tempo scorre piano”, edito dalla Pacini Fazzi con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Testi di Feliciano Ravera e fotografie di Giorgio Caproni.
Il volume è stato presentato al Teatro Alfieri di Castelnuovo da un’ospite d’eccezione, il più famoso documentarista italiano: Folco Quilici. Per Quilici la Garfagnana è una terra ancora viva e piena di potenziale, la cui identità è ben precisa, ma che può essere messa a rischio da riforme politiche affrettate come quelle che vogliono ridurre i Comuni.
Il tempo in Garfagnana sembra scorrere piano e così questa idea del tempo che scorre lentamente è perfettamente percettibile sfogliando le pagine del volume, che quasi ti chiedono di essere lette e guardate con la calma e la quiete che solo certe visuali possono ispirare.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento