S.Luca, l’apertura non può slittare

LUCCA - Il consiglio comunale e provinciale congiunto ospitato dal Real Collegio ha aperto il dibattito sul futuro dell’ospedale Campo di Marte in vista dell’apertura del San Luca a San Filippo.

-

In realtà però a fare notizia è stato quanto detto dal presidente della Provincia Baccelli sull’apertura del nuovo ospedale. Baccelli ha infatti detto che l’apertura a febbraio non è un dogma e che prima bisogna affrontare il problema della viabilità. “Il nuovo ospedale rischia di essere un gioiello tecnologico – ha detto il presidente – ma con enormi difficoltà di accessibilità. Occorre – ha concluso Baccelli – che finalmente il Comune di Lucca definisca il quadro delle strade che servono la nuova struttura”.
Quella di Baccelli è però destinata a rimanere una sollecitazione senza conseguenze sulla data di apertura del San Luca. “Impossibile decidere di far slittare l’entrata in funzione dell’ospedale di San Filippo – ha detto il direttore della Asl 2 Antonio D’Urso – a meno che il Comune non si accolli le penali da pagare al concessionario. D’altra parte – ha concluso D’Urso – non possono ricadere sulla Asl i ritardi accumulati nella risoluzione dei problemi da altri enti”.
Sul futuro del Campo di Marte idee ancora poco chiare. L’occasione giusta per dire qualcosa di più concreto dovrebbe essere quella del dibattito in programma il 23 dicembre al Teatro del Giglio, promosso dal quotidiano La Nazione e dalla nostra emittente e al quale è prevista anche la presenza del governatore della Toscana Enrico Rossi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento