Banditi in fuga tentano di investire i carabinieri

CAPANNORI - I carabinieri ancora a caccia di due dei tre malviventi che giovedì pomeriggio nel tentativo di fuggire ai militari hanno provocato un incidente a Massa Macinaia per poi scappare.

-

Arnesi atti allo scasso, guanti e passamontagna, refurtiva di ogni tipo. Ecco che cosa è stato rinvenuto sull’auto di un gruppo di banditi che giovedì pomeriggio a Massa Macinaia nel tentativo di fuggire ai carabinieri si è scontrata con un’altra vettura condotta da un 62nenne di Colognora rimasto leggermente ferito. I militari di Pieve di Compito avevano notato una vettura fare inversione prima di un posto di blocco. Dunque dopo averli pedinati li hanno intercettati nella zona di Ponte Maggiore, sono scesi dalla gazzella e hanno intimato loro l’alt. I banditi hanno tentato di investirli e nella fuga hanno provocato l’incidente. Due malviventi sono fuggiti, mentre il terzo complice, un albanese di 32 anni, Klajdi Qetollari, è stato catturato dai carabinieri dopo un inseguimento a piedi. Per lui è scattato l’arresto per ricettazione, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni e spaccio (visto che era in possesso di 10 grammi di eroina). L’auto sulla quale viaggiava il gruppo, con ogni probabilità specializzato nei colpi in abitazione, era stata rubata nei giorni scorsi a Ponte Buggianese. Tra le refurtiva recuperata, i carabinieri sono già risaliti al legittimo proprietario dell’iPad, provento di un furto messo a segno in una casa alle porte di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento