Falascaia non riaprirà

LUCCA - L’assessore provinciale all’ambiente Maura Cavallaro rassicura su una ventilata ipotesi di riapertura dell’impianto di termovalorizzazione. Il piano interprovinciale dei rifiuti prevede smaltimento e riciclo.

-

“Nessuna riapertura di Falascaia all’orizzonte, gli atti e le scelte che da anni la Provincia di Lucca ha intrapreso sono evidentemente a favore della definitiva chiusura dell’impianto”.
Così la vicepresidente e assessore all’ambiente della Provincia di Lucca Maura Cavallaro all’indomani delle preoccupazioni espresse dal comitato Coasver sulle dichiarazioni del Governatore Rossi in merito al futuro dell’inceneritore di Falascaia. “Capisco i timori dei cittadini su un tema cosi delicato – continua Cavallaro -, ma voglio rassicurarli sul fatto che non c’è nessuna azione che lasci intravedere la riapertura dell’impianto. L’assessore ricorda inoltre il forte atto amministrativo messo in campo dalla provincia, con il ritiro dell’autorizzazione all’utilizzo dell’impianto che al momento può essere impiegato unicamente come sito di stoccaggio e di separazione dei rifiuti, viste le gravi condizioni di degrado in cui versa l’intera struttura. Secondo la Cavallaro un ulteriore elemento di sicurezza è il piano interprovinciale che si sta elaborando di concerto con la regione Toscana e che prevede una globale riduzione dei rifiuti e l’aumento della raccolta differenziata e del riciclo, anche in ottica di nuovi posti di lavoro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento