Lucca ricorda il medico Lippi Francesconi

LUCCA - L’Auditorium della Asl 2 a Maggiano ha ospitato la seduta congiunta del consiglio provinciale e del consiglio comunale dedicata al Giorno della Memoria e in particolare al ricordo dello sterminio dei disabili.

-

E’ stata ricordata in particolare la figura del professor Guglielmo Lippi Francesconi, medico che si oppose a questa atrocità.
Erano presenti al consiglio la nipote del professore,
Micaela Lippi Francesconi e gli studenti dell’Iti Fermi e della Scuola Custer De Nobili.
Guglielmo Lippi Francesconi, direttore del manicomio di Maggiano, si oppose alle richieste dei fascisti lucchesi di deportare i malati di mente, subì violenze e intimidazioni e nel 1944 perse la vita ad opera delle SS.
Tra gli interventi, quello del sindaco Alessandro Tambellini, che ha fatto riferimento all’attualità, e alla vicenda degli aiuti ai Rom e ai Sinti. “Mi viene naturale paragonare il passato al presente – ha detto il sindaco – non posso non rimarcare la violenza con cui il dibattito è stato condotto”.
“Chi governa – ha detto ancora Tambellini – deve rifuggire i sentimenti oscuri, anche si si tratta di sentimenti manifestati dalla maggioranza di una popolazione”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento