Lucchese, una linea mediana da reinventare

CALCIO D - E’ piuttosto serio l’infortunio occorso a Matteo Nolè. Il forte mediano starà fuori circa un mese. Pacchetto di centrocampo con Floris, Aliboni e Chianese. In attacco cinque giocatori in lizza per due maglie.

-

Se è vero come dicevano gli antichi che la virtù sta in mezzo, allora la Lucchese non è messa benissimo fermo restando che le alternative non sono malvagie, anzi. Fatto sta però che la squalifica, ampiamente prevista di Tommaso Gialdini, rimediata dopo l’espulsione di Cesena, e l’infortunio di Matteo Nolè, impoveriscono il pacchetto mediano di Pagliuca. Soprattutto l’assenza di Nolè, che rischiamo di rivedere solo dopo la sosta, addirittura il 16 febbraio nell’insidiosa trasferta di Chioggia contro la Clodiense, rischia di pesare molto. In effetti il 28enne centrocampista di San Miniato, finora tra i semprepresenti assieme a Casapieri, ha disputato un campionato davvero eccellente. Dinamismo abbinato a buona tecnica e notevole sagacia tattica infarciti da sette reti che lo rendono con Tarantino il miglior realizzatore rossonero. Una linea mediana quindi da reinventare che Pagliuca potrebbe ridisegnare con l’arretramento di Chianese e l’inserimento dal primo minuto di Floris che non è affatto dispiaciuto al Manuzzi. Casomai i dubbi restano in avanti dove oltre al confermatissimo Caboni, dovrebbero giostrare Tarantino o De Luca, e uno dei ‘95 con Riccobono, Pecchioli e il neoacquisto Papini a contendersi una maglia. E proprio Gianni Riccobono, matchwinner nel bigmatch con il Romagna Centro sarà l’ospite della 19esima puntata stagionale di “Curva Ovest”, in onda giovedì sera in diretta a partire dalle ore 21.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento