Maltempo: crolli e allagamenti

PIANA DI LUCCA - Un’altra notte e un’altra giornata difficile, anche se stavolta, tutto sommato, i danni sono stati limitati. Si è fatta sentire anche in provincia di Lucca l’ondata di maltempo che ha colpito tutta la Toscana.

-

Il reticolo idraulico minore ha retto bene. L’unico problema vero si è verificato a Sorbano del Giudice, dove nella notte tra giovedì e venerdì il canale Ozzeri ha tracimato all’altezza del piazzale del ristorante Casina delle Rose. Per fortuna l’acqua ha soltanto invaso il giardino e un piccolo ripostiglio dell’attività commerciale. Nella Piana ha preoccupato moltissimo il livello del Fossanuova e del Ralla, per il quale è stato necessario il taglio dell’argine per evitare problemi alle zone abitate. Nella zona di Lucca la pioggia ha causato numerosi crolli. A S. Anna, sulla via Sarzanese, i muri di un vecchio edificio abbandonato hanno ceduto cadendo all’interno di una corte dove per fortuna non stava transitando nessuno. Sul posto sono intevenuti i vigili del fuoco e la polizia municipale. A Vicopelago è stato un vecchio muro di contenimento a crollare invadendo la carreggiata di via vecchia di Vicopelago. Anche in questo caso la buona sorte ha voluto che il cedimento non abbia coinvolto auto o persone in transito. A pochi metri di distanza è questa la situazione di un versante collinare di fronte a villa Rossi. La zona è stata transennata, ma lo smottamento desta preoccupazione anche per la presenza di un pilone della luce, attualmente ancorato ad un piccolo pezzo di terra.
Anche sulle colline del capannorese la pioggia si è fatta sentire. A S. Andrea di Compito nella notte il muro di un terrapieno di via Capo è crollato per alcune decine di metri invadendo la carreggiata. La strada è stata chiusa al transito, ma i residenti hanno potuto accedere alle proprie case attraverso una via vicinale.
Secondo le previsioni, nelle prossime ore le condizioni meteo miglioreranno e nonostante la pioggia che continuerà a cadere l’allerta meteo rientrerà gradualmente.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento