Non pagano il carburante e tentano di fuggire

LUCCA - Movimentato inizio di anno per i gestori della stazione di servizio della Bretella Lucca - Viareggio. 4 giovani di origine francesce non hanno pagato il rifornimento ed hanno rischiato di investire l’addetta.

-

Fanno rifornimento, non pagano, e rischiano di investire l’addetta al rifornimento per fuggire. Protagonisti della vicenda 3 uomini e una donna di nazionalità Francese di età compresa tra i 23 e i 25 anni. Nel tardo pomeriggio del primo dell’anno i 4 si sono fermati presso l’area di servizio Total Erg sulla bretella Lucca-Viareggio con la loro BMW serie 1 ed hanno fatto rifornimento presso una delle pompe self service. Prima di pagare alla cassa il gruppetto si è recato all’adiacente autogrill. Una volta rientrati nella vettura, la ragazza addetta al rifornimento ha ricordato loro che dovevano passare dalla cassa per pagare i circa 90 euro della benzina erogata. Per tutta risposta i 4 si sono rinchiusi nell’auto e sono ripartiti a forte velocità, rischiano di investire la giovane. I gestori della stazione di servizio hanno quindi immediatamente avvertito la polizia stradale, e una pattugli ha intercettato l’auto nei pressi di Carrara, costringendo il conducente ad uscire dall’autostrada e a fermarsi al casello. L’uomo alla guida, un cittadino francese di origine tunisina, ha esibito agli agenti una patente francese risultata poi contraffatta e gli uomini della stradale hanno quindi sottoposto il veicolo a sequestro e denunciato i quattro per insolvenza fraudolenta in concorso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento