Smog record nella Piana di Lucca

CAPANNORI - In neanche un mese la centralina di rilevazione di via Piaggia a Capannori ha fatto registrare ben dodici sforamenti nella media giornaliera di polveri sottili.

-

Torna l’allarme per l’inquinamento atmosferico nella Piana di Lucca.
In neanche un mese la centralina di rilevazione di via Piaggia a Capannori ha fatto registrare ben dodici sforamenti nella media giornaliera di polveri sottili: un dato che regala a questa zona la palma di territorio più inquinato della Toscana in questo primo scorcio di 2014.
Preoccupanti gli ultimi dati disponibili. Per tre giorni di fila, dal 25 al 27 gennaio, la stazione di Capannori ha registrato un’eccessiva concentrazione di pm10, con il valore del 26 gennaio, 69 nanogrammi al metro cubo, che è risultato quasi il doppio della media regionale di quel giorno.
Da aggiungere anche che in questi tre giorni in nessun’altra delle 27 stazioni di rilevazione regionale sono stati registrati sforamenti delle polveri sottili.
Già il 2013 si era chiuso male sotto il profilo dello smog nella Piana, con i comuni di Capannori e Porcari costretti a decretare per un paio di domeniche le limitazioni al traffico dei mezzi a motore proprio a causa degli eccessivi sforamenti sui valori di Pm10 registrati nel corso dell’anno.
Intanto il sindaco di Lucca Tambellini ha chiesto alla cittadinanza di tenere comportamenti virtuosi quali ridurre sensibilmente l’uso di veicoli a motore, moderare al minimo indispensabile il periodo giornaliero di funzionamento degli impianti di riscaldamento e ridurre l’accensione di fuochi all’aperto prodotti dalla combustione di biomassa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento