Sotto il canestro, da Bari a Venezia

BASKET - Il 2014 si apre in trasferta per ArcAnthea e Le Mura. I biancorossi di Mecacci di scena a Bari sul campo della Liomatic. Le regazze di coach Diamanti affrontano invece la Reyer Venezia dell’ex-Maia Ruzickova.

-

Tirate una riga lungo la meridiana che parte da Bari e sale su risalendo l’Adriatico, fino a Venezia: avrete il quadro esatto di ciò che attende domenica ArcAnthea e Gesam Gas Le Mura alla prima gara del nuovo anno. Si riparte da trasferte più o meno insiidose ma certamente non impossibili. E’ il caso della Pall.Lucca nell’Adecco Silver che, rinfrancata dalla bella vittoria sul Proger Chieti, cercherà di allungare una bella striscia che da un mese a questa parte segna più vittorie (4) che sconfitte (1). In definitiva la squadra di Mecacci, che pure lamenta ancora una certa discontinuità, sta lentamente crescendo e l’eccellente posizione di classifica la dice lunga sulle possibilità di Parente & C. di fare risultato anche sul campo di una Liomatic Bari in evidente affanno. Cinque sconfitte consecutive e ultimo posto in classifica, nettamente staccata con soli due punti per la compagine pugliese. Quindi, almeno sulla carta e non solo, un avversario ampiamente alla portata. Unico rischio la concentrazione di cui sopra che dovrà essere ottimale. Leggermente più complicata la trasferta del Gesam Gas Le Mura nella A1 femminile che inizia il girone di ritorno. Le biancorosse saranno infatti di scena sul campo della Reyer Venezia che senza alcun dubbio possiamo considerare finora una della grandi delusioni stagionali. La squadra lagunare, nelle cui fila milita l’ex-biancorossa Maia Ruzickova, era partita con ben altre ambizioni e si ritrova invece ad una sorta di spartiacque stagionale. Anche per questo la gara sarà tutt’altro che agevole e questo coach Diamanti lo sa benissimo. Il tecnico di Avenza vuole la vittoria che permetta di rimanere nella scia di Ragusa e Schio sperando prima o poi in qualche scivolone delle due capoclasifica. E poi sarà importante verificare lo stato di forma di una squadra chiamata ad un autentico tour de force con tre partite in dieci giorni. Dopo Venezia seguiranno infatti la trasferta di Umbertide e l’anticipo del 16 gennaio al Palatagliate contro Orvieto. Nelle prossime ore arriverà a Lucca l’americana Whitney Jones che prende il posto della sfortunata Jillian Robbins.n

Lascia per primo un commento

Lascia un commento