Al Giglio è allegra solo la Vedova

LUCCA - Il Giglio ha presentato l’operetta la Vedova Allegra, il cui ricavato andrà alla misericordia . No comment sulle dimissioni del CDA. Sotto accusa però ci sarebbero anche i tagli del comune.

-

La presentazione dell’operetta La vedova allegra di Franz Lèhar organizzato nell’ambito del progetto Teatro Città del Teatro del Giglio ha coinciso con la prima comunicazione ufficiale dopo le dimissioni in blocco del CDA a seguito del secondo bilancio in rosso consecutivo. A sorpresa, alla conferenza stampa di presentazione dell’opera, anche il presidente dimissionario Paolo Scacchiotti che però non ha fatto il minimo accenno alle vicende del CDA ed ha preferito non rilasciare dichiarazioni alla stampa, riservandosi di parlare in un secondo momento. Chi invece non si è tirato indietro alle domande dei giornalisti è stato il direttore artistico Aldo Tarabella, che ha ripercorso l’ultimo anno di gestione definendolo positivo ma purtroppo già segnato dalle spese delle precedenti gestioni. A questo, secondo Tarabella si è aggiunta anche la riduzione di contributi da parte del comune.
Fondamentale, per Tarabella, è cercare di dare continuità alla linea programmatica del Teatro, in modo da riuscire a mantenere attive le collaborazioni messe in atto per le prossime stagioni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento