Angelini: “Falso in atto pubblico anche per la Coop”

LUCCA - Le accuse del consigliere comunale Piero Angelini riguardo i provvedimenti del Comuni per il nuovo supermercato a San Filippo, nel corso dello speciale TgNoi dedicato al commercio.

-

Piero Angelini ancora all’attacco sul possibile sbarco di un nuovo supermercato Coop a San Filippo. Nello speciale TgNoi di venerdì sera il consigliere comunale di “Governare Lucca” ha parlato apertamente di irregolarità negli atti del Comune che di fatto hanno dato il via libera alla nuova struttura. “E’ stato manipolato il regolamento urbanistico, c’è un falso in atto pubblico come per piazzale Verdi” ha detto Angelini, che h minacciato di andare in Procura.
L’assessore comunale Giovanni Lemucchi ha garantito che il Comune farà tutto il possibile per impedire l’apertura del supermercato. Intanto, ha detto, non saranno consentiti nuovi accessi alla struttura.
Ma si è parlato anche della ventilata apertura di un ipermercato da 50mila metri quadrati alla ex Cantoni, da parte di una multinazionale olandese. Rodolfo Pasquini di Confcommercio ed Emanuele Pasquini di Confesercenti hanno espresso la loro preoccupazione. Angelini ha parlato di pressioni da parte della Regione sul Comune per l’apertura della struttura, con palazzo Orsetti che finora ha resistito. Lemucchi ha confermato che la Regione ha più volte prospettato questa possibilità ma ha anche detto che la giunta Tambellini rimane contraria al progetto.
Infine, l’assessore ha prospettato un possibile via libera alla media distribuzione in centro e in periferia, con la revisione degli attuali divieti sulle metrature. E ha detto che i quattrocento posti auto previsti alle ex Manifattura in centro storico sono il massimo che il Comune può concedere. Le categorie però vorrebbero portare il parcheggio a mille posti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento