Betti e Tambellini scrivono a Renzi

LUCCA - Matteo Renzi ha ufficialmente ottenuto l’incarico di formare il nuovo Governo. Il sindaco di Viareggio e quello di Lucca hanno scritto al futuro premier. “Non nominare Moretti” ha chiesto Betti.

-

Mentre Matteo Renzi ha ufficialmente ottenuto l’incarico di formare il nuovo Governo dal presidente Napolitano, anche la politica lucchese e toscana sta vivendo ore importanti. A proposito del futuro premier, ci sono da registrare due lettere inviategli da altrettanti sindaci nostrani: Leonardo Betti e Alessandro Tambellini. Il primo cittadino di Viareggio si è espresso sulle indiscrezioni che vorrebbero nel toto-ministri Mauro Moretti, ad di Ferrovie e imputato nel processo per la strage del 29 giugno: “E’ evidente – ha scritto Betti – quanto l’eventuale nomina di Moretti nel tuo Governo rappresenterebbe uno schiaffo ad una città che ancora piange i suoi morti ed i suoi feriti”. A proposito di Ministri, invece, Tambellini ha voluto caldeggiare il nome di Stefania Giannini, ipotizzata per il dicastero della Cultura: “Sono sicuro – ha scritto Tambellini – che darebbe un apporto di rilievo al Governo”.
In attesa che Renzi componga la sua squadra, nelle ultime ore ci ha pensato Enrico Rossi a cambiare la sua, compiendo un grosso rimpasto di giunta. Fuori Stella Targetti, Salvatore Allocca e Cristina Scaletti, il governatore ha affidato a Stefania Saccardi, attuale vicesindaco di Firenze, l’incarico di vicepresidente con delega al sociale; a Emmanuele Bobbio, ricercatore, nipote del famoso filosofo, andranno le deleghe a formazione e istruzione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento