Capannori, le proposte dei candidati

CAPANNORI - Dibattito vivace tra i quattro candidati alle primarie del centrosinistra a Capannori, a confronto venerdì scorso su Noitv. Tra i temi trattati, compostaggio, assi viari, costi della politica e possibili alleanze.

-

Primo argomento di scontro è stato quello della localizzazione dell’impianto di compostaggio. Ognuno ha detto la sua per uscire dall’impasse, ad i iniziare da Angelo Fruzzetti, che ha proposto come sito quello del Frizzone sud.
Duro il commento di Silvana Pisani sull’amministrazione uscente, accusata di essere stata incapace di risolvere il problema.
Il vicesindaco Luca Menesini ha detto che il sito della Lista ormai è superato ed ha chiarito che se diventerà sindaco proporrà un nuovo sito entro tre mesi.
Per Eugenio Baronti invece bisogna decidere prima di andare alle elezioni, sennò, ha detto, ricominceremo con la solita litanìa degli ultimi 15 anni.
Sugli assi viari, Baronti è l’unico contrario alla realizzazione del progetto. Favorevoli invece Menesini, Pisani e Fruzzetti ma con l’assicurazione che i due assi vengano realizzati contemporaneamente.
Poi, il taglio dei costi della politica e del Comune. Per Menesini quello dello staff del sindaco è un falso problema ma si può operare sulla diminuzione complessiva e progressiva del personale comunale. Silvana Pisani annuncia che farà a meno del capo di gabinetto, recuperando così in un colpo 500mila euro da destinare ai servizi. Più o meno sulla stessa linea Fruzzetti, secondo il quale dodici persone nello staff del sindaco sono troppe.
Per Baronti invece sulla questione si stanno facendo facili strumentalizzazioni perchè non bisogna guardare solo ai numero del personale ma anche ai risultati colti dall’amministrazione comunale.
Infine, il possibile allargamento del centrosinistra all’Udc. Decisamente contrario Baronti. Possibilista Silvana Pisani, secondo la quale però bisogna puntare soprattutto a ricomporre la diaspora del centrosinistra capannorese.
Per Fruzzetti l’Udc non è il diavolo ma gli accordi bisogna farli alla luce del sole. Menesini apre con decisione alla parte più giovane del partito centrista.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento