Commissione d’inchiesta al Comune

VIAREGGIO - A chiederla per fare luce sulle affermazioni dei tre ex assessori è il sindaco Betti che ha dichiarato inoltre di voler informare l’autorità giudiziaria sulle gravi accuse che i tre avrebbero mosso nei suoi confronti.

-

Una commissione d’inchiesta per le affermazioni fatte dai tre ex assessori silurati dalla giunta comunale di Viareggio. A chiederla al presidente del consiglio comunale è lo stesso sindaco di Viareggio Leonardo Betti che, in una nota diffusa alla stampa, ribadisce la sua totale autonomia nella scelta di revocare le nomine dei tre assessori. “Di fronte alle gravi accuse che i tre ex assessori hanno fatto in conferenza stampa, credo che sia opportuno istituire questa commissione d’inchesta per fare piena luce sulla vicenda” dichiara Betti. I tre ex membri della giunta, Alessandro Augier, Laura Servetti e Gloria Puccetti avevano infatti dichiarato in conferenza stampa, più o meno esplicitamente, che le scelte del primo cittadino sarebbero state dettate da pressioni provenienti sia dall’interno del suo partito politico, che da elementi esterni e legati al palazzo comunale e alle aziende partecipate dal comune. Il sindaco afferma anche l’intenzione di informare l’autorità giudiziaria affinchè indaghi a fondo su queste affermazioni, in modo da farne assumere la piena responsabilità a chi le ha espresse, non solo di fronte ai cittadini di Viareggio ma anche, appunto, di fronte all’autorità giudiziaria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento