Ma l’incursore Nolè non ci sarà

CALCIO D - Il forte mediano della Lucchese (8 reti stagionali) salterà per squalifica la trasferta di S. Colombano. Pagliuca studia le alternative: da Gialdini a Floris fino alla mediana dei ‘94 con Ghelardoni e Calcagni.

-

Dopo un mese di assenza si era ripresentato così…dando il là al rotondo successo (4-0) di Chioggia sulla Clodiense. Un gol alla Nolè, l’ottavo stagionale, per dimostrare che è il solito Nolè. Uomo di raccordo a centrocampo, saggio tatticamente: uno dei pochi che Pagliuca non richiama quasi mai. Stona perciò nella domenica del successo sul Camaiore in un derby quantomai difficile, e dopo aver rosicchiato due punti alla Correggese, quel cartellino giallo incassato al 24esimo del primo tempo per un’entrata in netto ritardo. Siccome il 28enne centrocampista di San Miniato era in diffida, mercoledì scatterà automatica la squalifica che significa saltare la trasferta di San Colombano. Dire rabbia è dir poco per un giocatore che era appena rientrato da un infortunio muscolare. Davvero un peccato perchè Pagliuca perde uno dei suoi uomini migliori per una gara complicata (il San Colombano è la squadra che ha fermato la Correggese e vorrà fare lo stesso con la Lucchese) dove sarà vietato perdere punti, anche perchè la capolista avrà la classica passeggiata che ormai spetta a chi affronta il Riccione. Soluzioni per la sostituzione di Nolè ? Pagliuca valuterà le condizioni fisiche di Gialdini che però era in tribuna anche domenica scorsa. Altrimenti è probabile che si affidi ad una mediana molto muscolare con Aliboni al centro affiancato da due “braccetti” (si chiamano anche così) del ‘94: Calcagni e Ghelardoni. In difesa, dopo l’opaca prestazione di Zinetti, chissà che non scocchi l’ora di Azzolin col conseguente rientro di Petrini da titolare a destra.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento