Trovare finanziatori per il Giglio

LUCCA - E’ questa una delle soluzioni ipotizzate dall’amministrazione comunale all’indomani delle dimissioni del CDA dell’ente. Dimissioni obbligate dallo statuto, visti i due anni consecutivi di conti in perdita.

-

Una situazione figlia di uno statuto mal progettato. Questa in sintesi la lettura che il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini dà delle dimissioni del CDA del teatro del Giglio. Lo statuto dell’ente, obbliga infatti il consiglio di amministrazione a dimettersi in caso di due anni consecutivi di bilancio in rosso. Ma, secondo il primo cittadino, le perdite derivanti dalla precedente gestione non sarebbero state in alcun modo risanabili in un solo anno senza intaccare la qualità della produzione del teatro.
Per il futuro il sindaco auspica un maggior coinvolgimento della città per riuscire a reperire fondi aggiuntivi che possano contribuire al pareggio di bilancio pur mantenedo alto il livello degli spettacoli offerti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento