Sgominata banda di clonatori bancomat

LUCCA - 14 romeni residenti a Torino sono stati denunciati per associazione a delinquere al termine delle indagini dei carabinieri di Lammari su un giro di clonazioni bancomat.

-

Al termine di lunghe e complicate indagini, i carabinieri della stazione di Lammari sono riusciti a stroncare un enorme giro di clonazioni di carte bancomat, la cui mole è stata ipotizzata intorno ai 720 mila euro l’anno. A finire denunciati a piede libero, 14 romeni residenti a Torino. Le indagini sono iniziate nel 2012 quando gli uomini della stazione lammarese scoprirono un apparato di clonazione nello sportello bancomat del Monte dei Paschi di Siena di Segromigno in Piano. Da lì, dopo una serie di accertamenti incrociati tra i denuncianti e le banche dati dell’istituto di credito, i militari hanno seguito una traccia fatta di piccoli prelievi su numerosi conti ch efinivano per ricaricare carte prepagate che venivano di volta in volta riempite e svuotate. L’indagine ha coinvolto 9 regioni prima di riuscire a risalire a tutti i movimenti sui conti correnti clonati di 69 denuncianti. Dalle indagini si è scoperto che, nel solo mese di giugno 2012, la banda aveva eseguito prelievi per oltre 50 mila euro. Adesso per i 14 è scattata la denuncia, tra le altre, di associazione a delinquere finalizzata alle truffe a mezzo clonazione bancomat.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento