Anziana rapinata in casa

CAPANNORI - Una donna di 75 anni e' stata rapinata nella propria abitazione di Santa Margherita da tre uomini che si sono fatti aprire la porta dicendo di essere tecnici dell'acqua.

-

Si sono fatti aprire la porta spacciandosi per impiegati dell’azienda dell’acqua, ma una volta dentro l’hanno spintonata e obbligata a farsi consegnare soldi e gioielli. Sono stati attimi di terrore per un’anziana donna di 75 anni di Santa Margherita, nel Comune di Capannori. Erano da poco passate le 9 del mattino quando la signora, che vive con il figlio, uscito per andare a lavoro, ha sentito suonare il campanello. I tre uomini hanno detto di essere i tecnici dell’azienda dell’acqua e di dover controllare il contatore. Entrati in casa, trascorsi pochi attimi per verificare che non ci fossero altre persone, i badnditi hanno preso e strattonato la donna per un braccio intimandole di consegnare loro soldi e gioielli. La signora gli ha così consegnato circa 2.000 euro in contanti e alcuni monili in oro. Presa la roba, i malviventi si sono allontanati; nell’impeto di dare l’allarme, l’anziana è scivolata sulle scale procurandosi altri traumi oltre a quelli subiti alla spalla per colpa dello strattonamento. Sul posto sono giunti i carabinieri e un’ambulanza che ha portato la signora in ospedale. I militari hanno subito cominciato le ricerche dei malviventi sulla base dei pochi elementi che l’anziana è riuscita a fornire agli investigatori, ma al momento dei banditi non c’è traccia. Purtroppo questo episodio riporta alla mente il fatto avvenuto il 4 aprile scorso a Forte dei Marmi quando Luana Mariani, 77 anni, è stata trovata nella sua abitazione senza vita, legata e imbavagliata, dopo una tragica rapina. Delitto che al momento non ha ancora un responsabile, ma su cui la polizia continua a lavorare senza sosta.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento