Arrestato il rapinatore che sparò alla cassiera

LUCCA - La polizia ha arrestato il presunto rapinatore del Penny Market di Pontetetto che la sera del 29 maggio sparò ad una cassiera. Si tratta di Antonio Giuliani, viareggino di 48 anni.

-

La polizia è arrivata a lui dopo due settimane di indagini, condotte dalla sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile della Questura di Lucca. Tra i vari soggetti sospettati, sin da subito la polizia aveva rivolto la sua attenzione ad un uomo residente a Viareggio che corrispondeva alle prime descrizioni fornite da clienti e dipendenti del supermercato che avevano visto il bandito sparare un colpo d’arma da fuoco contro la cassiera. Quando sono stati messi di fronte ad un album fotografico e a delle immagini realizzate dalla polizia, i testimoni hanno riconosciuto con certezza il rapinatore in Alessandro Antonio Giuliani, viareggino residente nel quartiere Varignano, in questo periodo sottoposto all’obbligo di firma in commissariato per reati inerenti gli stupefacenti. L’uomo è stato così indagato per tentato omicidio, rapina aggravata, lesioni personali gravissime e porto di arma clandestina. Su richiesta del sostituto Procuratore Elena Leone, il GIP Silvia Mugnaini ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del Giuliani. In casa di Giuliani, la polizia non ha trovato l’arma che avrebbe utilizzato quella sera, ma ha sequestrato dell’abbigliamento che potrebbe essere utile per il prosieguo investigativo.Gli agenti hanno rinvenuto anche targhe e parti di ciclomotori rubati, per cui l’uomo sarà ulteriormente denunciato anche per ricettazione e per violazione dell’obbligo di dimora.

La cassiera ferita, 59 anni, originaria di San Giuliano, è stata dimessa proprio qualche giorno fa dall’ospedale dopo una settimana trascorsa in rianimazione e poi nel reparto di pneumologia dell’ospedale San Luca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento