Parte la terza giunta Tambellini

LUCCA - Parte ufficialmente il Tambellini "ter". Dopo il rimpasto della scorsa estate e dopo il burrascoso divorzio dall'assessore Tuccori, il sindaco ha presentato un nuovo riassetto.

-

Se ne va, per impegni familiari, l’assessore Alda Fratello (che manterrà le sue deleghe fino alla fine di giugno). Arriva Celestino Marchini, di Lucca Civica, al quale vengono affidate le deleghe al traffico, strade, sicurezza stradale e allo sport. La cultura finora detenuta dall’assessore Fratello passa direttamente al sindaco, dato che, ha detto lo stesso Tambellini, le personalità alle quali ho proposto di assumere questo incarico hanno rifiutato per motivi personali. Il turismo che era dell’assessore Tuccori va all’assessore Giovanni Lemucchi.
Questo quindi, oltre all’ingresso di Marchini, il nuovo assetto della giunta:
Ilaria Vietina rimane vicesindaco, con deleghe alle politiche formative, politiche sociali e di genere, politiche giovanili. Enrico Cecchetti ha le deleghe a bilancio, finanze e tributi, cooperazione internazionale, innovazione tecnologica.
Giovanni Lemucchi turismo, società partecipate, sviluppo economico e
attività produttive. Antonio Sichi anagrafe, servizi demografici ed elettorali, patrimonio e controllo di gestione, partecipazione e politiche abitative, valorizzazione immobiliare. Francesca Pierotti edilizia pubblica, sportiva e scolastica, Opera delle Mura, mobilità, Tpl e decoro urbano. Serena Mammini urbanistica, Piuss ed edilizia privata. Francesco Raspini ambiente, personale, Polizia municipale, Protezione civile e sicurezza.
Rimane freddino il rapporto con la dirigenza renziana del Pd. “Ho cercato di coinvolgere nel riassetto di giunta anche la componente del partito più critica verso l’amministrazione – ha detto Tambellini – ma mi hanno detto di stare sereno…”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento