Quasi tutti completati i lavori sulle Mura

LUCCA - La Casa del boia, la casermetta San Salvatore, la casermetta San Pietro. Sono soltanto alcuni dei gioielli di Lucca che sono stati recuperati, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio.

-

A meno di un anno dal via delle opere, è praticamente concluso il maxi intervento di riqualificazione e valorizzazione delle Mura Urbane finanziato dalla Fondazione presieduta da Arturo Lattanzi. Il presidente e il direttore Marcello Bertocchini hanno fatto il punto della situazione a dieci giorni dalla visita del ministro Franceschini che il 21 giugno sarà a Lucca, insieme al presidente della Regione Enrico Rossi, per inaugurare il centro multimediale sulla via Francigena ricavato nell’ex canile e a quel punto anche le altre opere terminate. I 7 milioni stanziati per il triennio 2013-2015 hanno permesso di recuperare tanti gioielli abbandonati.
Il prossimo obiettivo è quello del restauro del paramento esterno delle Mura, ma la partita è tutt’altro che semplice. La Sovrintendenza ha stoppato l’intervento di riqualificazione completo perché troppo pericoloso. Il motivo? Alcune erbacce – hanno spiegato gli esperti – fanno ormai parte dell’habitat biologico e non possono essere rimosse. Una situazione paradossale. A questo punto, almeno fino a quando non sarà studiata una via d’uscita, la Fondazione finanzierà solo la ripulitura dalle infestanti come fichi e altre piante.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento