Carnevale, ecco i no al commissariamento

VIAREGGIO - Pasquinucci e Santini: "sì ai soldi della Regione, no al commissario a Palazzo delle Muse".

-

Arrivano i primi no al commissariamento della Fondazione Carnevale. Contro l’annuncio del sindaco Betti e del governatore della Toscana Rossi si sono mossi il presidente dimissionario di Palazzo delle Muse, Stefano Pasquinucci e l’ex presidente, e attuale consigliere comunale di Forza Italia, Alessandro Santini. Ben venga l’aiuto da Firenze – hanno detto i due – per coprire almeno in parte il mancato finanziamento comunale per il 2014 e per reperire risorse in vista dell’edizione del prossimo anno. Secondo Pasquinucci e Santini però non si capisce perchè alla Fondazione debba arrivare un commissario.
“Una Fondazione può essere commissariata se non agisce in conformità dello statuto o della legge – spiega Pasquinucci – , non non solo abbiamo agito correttamente ma abbiamo raggiunto risultati straordinari, come riconosciuto da tutti”.
Alessandro Santini definisce illegale e inutile l’arrivo del commissario a Palazzo delle Muse. “Il presidente Rossi sapeva che avrebbe dovuto tirare fuori i soldi per salvare il Carnevale – dice Santini – ma ci risulta che non avesse interesse a commissariare la Fondazione, anche perchè non era necessario. Chi ha lo ha spinto a prendere questa decisione e perchè?”.
Santini allude evidentemente ad una manovra del Comune per screditare Pasquinucci e toglierli il Carnevale “La macchina del fango è in azione”, conclude il consigliere di Forza Italia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento