Anthea, licenziati gli ultimi venti dipendenti

LUCCA - E’ stato siglato a Palazzo Ducale, l’accordo per la messa in mobilità degli ultimi 20 dipendenti della ditta “Anthea”, impresa con sede sulla via del Brennero a Lucca che si occupava di smaltimento e bonifica dell’amianto, la cui vertenza si protraeva da diverso tempo.

-

In sostanza, l’Anthea ha consegnato la lettera di licenziamento agli ultimi 12 operai e 8 impiegati dell’azienda, consentendo loro di poter usufruire degli ammortizzatori sociali e dei benefici di legge in caso di una ricollocazione lavorativa. Si conclude così una situazione divenuta paradossale, come hanno spiegato gli assessori provinciali Bambini e Regoli, con istituzioni, sindacati e lavoratori che si erano trovati a richiedere il licenziamento dei dipendenti stessi. Questop perchè l’azienda si presentava infatti senza prospettive concrete e si registravano mesi di ritardo nel pagamento degli stipendi. Il licenziamento e la messa in mobilità assicurano almeno un corrispettivo economico, seppur ridotto, nonché agevolazioni per essere riassunti. La vertenza dell’Anthea si protraeva da diverse settimane, dopo la crisi apertasi a causa della forte esposizione sia nei confronti degli istituti di credito che dei fornitori, oltre che coi lavoratori stessi. Nove dipendenti si erano già dimessi volontariamente nei giorni scorsi, adesso è arrivato il licenziamento per gli ultimi venti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento