Nolè forse torna, L’Aquila nel mirino

CALCIO LEGA PRO - Il capitano fa progressi ma il suo impiego contro gli abruzzesi non è ancora scontato. Galderisi prepara soluzioni alternative con Risaliti e Calcagi esterni e Cazè centrale al fianco di Espeche. In avanti rientra Pagano. Il presidente Bacci giovedì sera a "Curva Ovest".

-

25_2_15_ Nolè

Il capitano ce la sta mettendo tutta. Matteo Nolè, infortunatosi tre settimane fa nella gara di Pontedera, sta cercando con tutte le forze di ritrovare una maglia da titolare in un momento quantomai complicato per la sua Lucchese, reduce dalla scoppola di Carrara. L’eventuale recupero di Nolè risolverebbe non pochi problemi a Galderisi anche se prima di farlo scendere in campo i medici rossoneri vorranno avere certezze di non avere eventuali ricadute. Qualora invece Nolè dovesse rimandare il suo rientro alla trasferta di Ascoli dell’8 marzo il Nanu dovrà ridisegnare ancora una volta la difesa. Probabile che Espeche, non a suo agio sulal fascia esterna, torni centrale dove vista l’assenza di Calistri squalificato, potrebbe debuttare il brasiliano Thiago Cazè Da Silva. Da verificare l’assetto del centrocampo, a due o a tre, e soprattutto Degeri o Pizza, sono i dubbi del tecnico. In avanti rientrerà Pagano con Lo Sicco e Strizzolo favorito su Ferretti alle spalle di Forte. Dall’altra parte un L’Aquila che è compagine di buonissimo livello come conferma lo 0-0 dell’ultimo turno nel derby con il Teramo e che non a caso all’andata (era l’11 ottobre) si impose per 1 a 0 con un gol di Sandomenico all’undecimo del primo tempo. La Lucchese provò a reagire ma non riuscì a rimontare. Stavolta, cioè sabato prossimo, si spera possa finire in modo diverso ma ci vorrà la Lucchese di qualche settimana fa, non quella che pare essersi smarrita e perduta tra Pontedera e Carrara.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento