S. Alessio, la Asl: “Antenna Telecom non accettabile”

LUCCA - L'antenna Telecom di via Fonda a Sant'Alessio non è accettabile da un punto di vista sanitario e il comune è invitato a farla spostare da un'altra parte. Questo, in estrema sintesi, il parere del dottor Gregorio Loprieno responsabile di igiene e sanità pubblica della Asl 2 di Lucca.

- 1

L’antenna Telecom di via Fonda a Sant’Alessio non è accettabile da un punto di vista sanitario e il comune è invitato a farla spostare da un’altra parte. Questo, in estrema sintesi, il parere del dottor Gregorio Loprieno responsabile di igiene e sanità pubblica della Asl 2 di Lucca, al quale si erano rivolti per una una consulenza i redidenti della zona. Loprieno qualche settimana fa era stato ospite dell’ Speciale TgNoi ed aveva già espresso le sue perplessità sul sito dell’antenna pur non sintetizzando un giudizio netto, che invece è arrivato con il parere scritto.

In sostanza Loprieno scrive una cosa che può apparire quasi ovvia: è vero che non esistono elementi certi che legano le stazioni radiobase all’insorgere di tumori, ma nell’incertezza è doveroso tutelare i cittadini piuttosto che le compagnie telefoniche. Quindi, meglio spostare l’antenna in un’altro posto, che garantisca il segnale ma che esponga i cittadini di Sant’Alessio e in particolare i frequentatori della scuola elementare a livelli più bassi.

Loprieno inoltre ribadisce, come già detto a Noitv, che la trasmissione dati ad alta veolcità non può essere considerata un servizio di pubblica utilità come lo sono invece i semplici collegamenti telefonici e che il sito scelto è in contrasto con il regolamento sulle stazioni radio approvato dallo stesso comune di Lucca nel 2004.

Non è chiaro se il parere del dottor Loprieno abbia il potere di modificare la situazione attuale ma il comitato di via Fonda chiede al sindaco Tambellini, come massima autorità sanitaria, di prenderne atto e di riaprire al più presto una trattativa con Telecom. Proprio venerdì sera, però lo stesso sindaco a NoiTv aveva dichiarato che il Comune considerava ormai chiusa la questione dell’antenna visto che la legge è a favore della Telecom.

Commenti

1


  1. Per Loprieno non è accettabile un’antenna a 250m da una scuola ma sopra il tetto di un ospedale si???
    Vuoi vedere che gli da fastidio non essere reperibile a lavoro? E che a S. Alessio non ci bazzica mai?
    Inoltre fa un errore grossolano: la nuova antenna garantirà anche la comunicazione voce, attualmente non disponibile in diverse aree a S. Alessio. Quindi è si un’opera di pubblica utilità!

Lascia un commento