Alla Lucchese rientra l’allarme-Forte

CALCIO LEGA PRO - Sta bene (solo una botta) il giovane centravanti uscito anzitempo con la nazionale under 21 di Lega Pro. Il tecnico della Lucchese non si fida del Forlì del neotecnico Firicano e dei troppi complimenti ricevuti dopo la pur bella prova di Ascoli.

-

 

La primavera che ha voglia di esplodere…ma sabato (così dicono i Bernacca dei nostri giorni) pioverà. Fa nulla vorrebbe dire il Nanu Galderisi che sollecita e scuote i suoi nell’allenamento pomeridiano del Porta Elisa. Si gioca, ancora una volta, ormai è quasi un clichè, di sabato e quindi siamo all’antivigilia, alla rifinitura della preparazione della gara interna contro il Forlì. Avversario che sulla carta, e in base alla classifica, non suscita particolari brividi e forse neppure enormi difficoltà. Vero che dopo la sconfitta interna col Tuttocuoio i romagnoli hanno cambiato tecnico chiamando al capezzale di una salvezza complicata l’esperto Aldo Firicano. Insomma, un match delicato e forse proprio per questo ancor più complicato.

Sui fronte dell’undici da opporre ai biancorossi forlivesi nulla trapela, anche se pare ovvio non muterà troppo rispetto a quello visto all’opera al Del Duca. In difesa probabile che tutto rimanga invariato vista la perdurante assenza di Calistri e le buone prove fornite, con tanto di gol, da Risaliti. In mediana è di nuovo disponibile Pizza che potrebbe affiancare Mingazzini in una cerniera forgiata su tecnica, forza ed esperienza. In attacco, invece, sospiro di sollievo sulle condizioni fisiche di Francesco Forte, solo una botta nel raduno con la Nazionale under 21 di Lega Pro. A riposo precauzionale Biagio Pgano per un leggero attacco influenzale ma l’esterno, parso pimpante ad Ascoli, ci sarà.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento