Madre accompagna la figlia a comprare la droga

LUCCA - "La accompagnava io a prendere la droga perché avevo paura che finisse in un giro ancora peggiore". E' il racconto disperato fatto da una madre in lacrime agli agenti della polizia che nei giorni scorsi hanno fermato la signora mentre insieme alla figlia 30enne acquistava eroina da uno spacciatore.

-

 

Il fatto è avvenuto a Pieve San Paolo, nel corso di un’operazione antidroga della polizia di Lucca. Gli agenti hanno arrestato in flagranza un tunisino di 19 anni sul sagrato della chiesa mentre cedeva una dose di eroina ad una tossicodipendente, accompagnata da una signora. La polizia ha fermato anche le due donne.
In quesTura, di fronte allo stupore dei poliziotti, la madre tra le lacrime ha confessato di essere lei ad accompagnare la figlia per evitarle una vita raminga e guai peggiori, come essere in balìa degli spacciatori, dormire dove capita, rubare o prostituirsi per rimediare i soldi per la dose.
Nei confronti della madre non sono stati presi provvedimenti; la figlia è stata amministrativamente segnalata come assuntrice alla Prefettura. Lo spacciatore, processato per direttissima, ha patteggiato una condanna a 6 mesi di reclusione, per poi essere scarcerato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento