Maltempo: centinaia di aziende in ginocchio

PROVINCIA DI LUCCA - Secondo le stime delle associazioni di categoria, i danni in Toscana ammontano a 300 milioni di euro colpendo 6.000 lavoratori.

-

 

“Abbiamo danni per 300.000 euro, se nessuno ci aiuta siamo costretti a chiudere”. Non lasciano spazio ad alternative le parole di Mauro Giambastiani, titolare dell’omonima azienda agricola di Segromigno in Monte. 25 ettari di ruscus, una pianta ornamentale che rifiorisce ogni anno, sono stati danneggiati in maniera quasi irreparabile dalla tempesta di giovedì mattina. I pioppi decennali che ombreggiavano questa coltura, fondamentali per la corretta crescita del ruscus, sono caduti, abbattendosi sulle piante. Oltre allo smaltimento della legna, per far ricrescere le piante ci vorrebbero decenni oppure sarebbe necessario realizzare un sistema di teli costosissimo. Insomma, i danni sono ingentissimi per una piccola azienda familiare.

Di aziende agricole come queste, messe in ginocchio, ce ne sono centinaia, solo in provincia di Lucca. Secondo le stime delle associazioni di categoria, i danni in Toscana ammontano a 300 milioni di euro colpendo 6.000 lavoratori. Senza contare altri tipi di imprese che hanno subito danni collaterali. Come lo scatolificio Vellutini, sempre di Segromigno. Una decina di pini abbattuti dal vento per più di 24 ore hanno impedito l’accesso al piazzale dell’azienda che è stata costretta ad interrompere la produzione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento