Rocchi mette ‘Incornice’ 60 anni di arte a Lucca

LUCCA - Si chiama 'Incornice' il libro con il quale il critico Mario Rocchi racconta le vicende artistiche degli ultimi 60 anni a Lucca.

-

Il volume ricostruisce in maniera meticolosa i profili dei personaggi e gli eventi del mondo dell’arte lucchese dagli anni ’50 ai giorni nostri. La vitalità artistica della città, nella ricostruzione di Rocchi, raggiunse il suo apice negli anni ’70, in particolare per il gran numero di pittori che organizzavano esposizioni dentro le mura. Poi, questa attività si è molto affievolita nei decenni seguenti.

Adesso, spiega Rocchi, si punta molto sulle grandi mostre e sui personaggi di caratura nazionale. E tra i protagonisti di questa nuova fase ci sono la galleria Usher, Poleschi e il museo Lucca.

E i pittori lucchesi? Rocchi spiega che ne sono rimasti pochi e non ne vede nessuno di grandissimi talento.

Infine, il critico lancia un suggerimento agli amministratori locali. Utlizzare l’ex Real Collegio come contenitore di prestigio per ospitare una mostra di pittura di livello internazionale, come fanno nelle città del nord Italia.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento