Una settimana da…Lucchese

CALCIO LEGA PRO - Da sabato 14 a sabato 21 marzo i rossoneri giocheranno tre partite di vitale importanza che potrebbero dare slancio definitivo verso la salvezza-diretta. Primo appuntamento del trittico: la sfida del Porta Elisa contro il Forlì.

-

10_3_15_ Lucchese

Essere belli, a tratti anche spettacolari ma tornare dal catino del Del Duca con le pive nel sacco e un 3 a 1 al passivo che forse penalizza troppo la Lucchese. Una Lucchese che però è piaciuta e che se l’è giocata al cospetto della prima della classe de della squadra che potrebbe, nel Piceno fate i debiti scongiuri, vincere il campionato. Nanu Galderisi la sa lunga tanto che perso per perso ha pensato: vado e me la gioco. Poi se la traversa respinge la capocciata a colpo sicuro di un ottimo e ritrovato Raicevic e se poi lo stesso montenegrino si divora il pallone del 2 a 3 che avrebbe riaperto il match…In mezzo tanto Ascoli e un sontuoso Gigio Grassi che segna ed ispira dall’alto di una classe inimitabile. Insomma disco rosso al Del Duca. Ma tant’è. La Lucchese è viva e gioca un calcio anche piavecevole e il recupero di Raicevic può costituire l’arma in più per il rush finale del campionato. Che intanto vivrà in casa rossonera una settimana cruciale. Tre partite in sette giorni: sabato prossimo 14 marzo il Forlì in casa, cui seguirà la trasferta di mercoledì 18 (turno infrasettimanale) a Grosseto e poi la supersfida ancora di sabbato, il 21, al Porta Elisa con il Pisa.

Intanto martedì pomeriggio la truppa rossonera ha ripreso la preparazione. Nanu Galderisi si è detto soddisfatto della prova di Ascoli e prepara un’altra Lucchese da battaglia. Torna a disposizione Pizza a centrocampo anche se l’ipotesi Lo Sicco in mediana non va esclusa. Da valutare l’eventuale rientro di Calistri dato che il giovin Risaliti da Prato ha bagnato ottime prestazioni anche con la rete della bandiere al Del Duca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento