Avvio col botto, la Coppa Cei non delude

CICLISMO - La 65esima edizione della corsa riservata agli Allievi ha offerto buone indicazioni tecniche. La spunta il veronese Diego Ciasamolo davanti a Diego Ciucci dell'US Montecarlo e al livornese Mattia Taborra.

-

 

Il presidente della FCI di Lucca Gianfranco Battaglia e l’assessore allo sport del comune di Lucca Celestino Marchini a fare gli starters della 65esima edizione della Coppa Cei che ha aperto ufficialmente la stagione del ciclismo giovanile sulle strade della nostra provincia.  Ancora numeri importanti di una corsa entrata di diritto nel novero delle grandi classiche per Allievi. 173 i corridori al via provenienti da tutta la Toscana ama anche da altre regioni. Ci sono circa 60 chilomteri da affrontare con una prima parte, quattro giri da 12 chilometri, piuttosto pianeggiante. Gli enfanf du pay, ovvero i ragazzi dell’US Montecarlo, guidati con sapienza dal DS Sauro Bertoncini, animano la corsa. A turno ci provano Michele Farnesi e Simone Peschiera, ma il gruppo non concede troppa confidenza. La corsa si deciderà sulla salita di San Martino in Vignale ad una manciata di chilometri dalla conclusione. Ed in effetti è così. Sullo strappo conclusivo rimangono al comando una ventina di atleti.  Ai -2 dall’arrivo allunga Diego Cisamolo: è lo scatto decisivo e vincente. Cisamolo, veronese di Selva di Frogno, vince con pochi metri sul gruppetto degli inseguitori regolato allo sprint da Diego Ciucci del Montecarlo, migliore squadra di giornata. Al terzo posto Mattia Taborra della postumia Livorno. Poi via via tutti gli altri.

Prossimo appuntamento con gli Allievi sule strade lucchesi, il 2 giugno con la corsa organizzata dall’US Pozzese. Sarà anche la prima prova della 14esima edizione dello Challange Lucca-Versilia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento