Galderisi cambia un pò col Tuttocuoio

CALCIO LEGA PRO - Non solo il rientro di Mingazzini, ma anche il probabile debutto di Pazzagli in porta, nella Lucchese che domenica affronterà i neroverdi di Alvini. Sfida divenuta una classica nelle ultime stagioni. Due anni fa l'amara sconfitta (2-0) dei rossoneri a Ponte a Egola.

-

 

Di corsa verso il rush finale con la voglia di finire bene un campionato che possiamo considerare senza dubbio positivo. Ai facili detrattori del “nulla va mai bene” varrà la pena ricordare che la Lucchese aveva un solo grande obiettivo stagionale: la salvezza. Che poi sia arrivata anche con qualche giornata di anticipo va indubbiamente a nota di merito di Galderisi e dei suoi baldi giovanotti. Volendo dare un colpo al cerchio ed uno alla botte bisogna però sottolineare che contro l’Ancona la squadra non è piaciuta e ha incassato una sconfitta francamente imprevedibile. Ecco perchè alla ripresa degli allenamenti il Nanu ha tuonato: sveglia ragazzi, andiamo a chiudere in bellezza. Che significa, significherebbe, fare un bel risultato domenica prossima sul campo del Tuttoucoio che appaia i rossoneri classifica al nono posto. Sfida tra squadre tranquille con la Pantera che dovrebbe presentare diverse novità. Mingazzini rientra in mediana mentre tra i pali ci sarà il debutto di Pazzagli. Altre varianti le verificheremo in corso d’opera. La sfida col Tuttocuoio, al di là dello 0-0 del match di andata, è divenuta quasi una classica degli ultimi anni. La gara che più è rimasta nella mente dei tifosi e dei cronisti resta senza dubbio quella di due anni fa. Era il campionato di serie D e la Lucchese inseguiva disperatamente il Tuttocuoio primo in classifica con tre punti di vantaggio. circa 700 tifosi della Lucchese assistettero alla sconfitta dei loro beniamnini superati con un secco 2-0 dai neroverdi pisani che vinsero poi quel campionato salendo in C2. Solo un anno più tardi, nel meraviglioso pomeriggio di Correggio, la Lucchese li avrebbe raggiunti nella nuova Lega Pro unica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento