Il Comitato di Pontetetto: “Gli orti sociali? Ma il terreno è inquinato”

LUCCA - Cittadini ancora all'attacco del Comune sui progetti per il quartiere Giardino. Tra questi anche gli orti sociali: "sotto il terreno scelto ci sono i rifiuti delle aziende".

-

Il comitato di Pontetetto torna ad esprimere la propria opposizione al progetto del Comune di realizzare alloggi per l’emergenza abitativa in una stecca di appartamenti del quartiere Giardino, che secondo il contratto di quartiere doveva invece essere abbattuta.

Il Comitato ribadisce che con i nuovi alloggi nel quartiere arriverebbero altre situazioni di disagio che andrebbero a sommarsi a quelle già esistenti. Inoltre il comitato esprime forti dubbi su altre due opere proposte dal Comune. La prima è il campo da calcio regolamentare in mezzo alle abitazioni, che potrebbe divenatre fonte di disturbo per i residenti. Meglio, invece, il progetto originale che prevedeva una ziona a verde per i bambini.

La seconda opera proposta che suscita le perplessità del comitato è quella degli orti sociali. Un’idea interessante ma la collocazione individuata dal Comune, secondo il comitato, è sbagliata: il terreno scelto è spesso soggetto ad allagamenti e nel sottosuolo si trovano ancora gli scarti abbandonati per decenni dalle aziende della zona.

Infine, il comitato, chiede che il Comune avvii un confronto costruttivo con i residenti e chiede in particolare che venga avviato il percorso dei processi partecipativi locali previsto dalla legge regionale sulla partecipazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento