Il pianoforte di Puccini in viaggio verso Expo

LUCCA - Delicate operazioni di trasloco questa mattina alla casa natale di Giacomo Puccini. Il pianoforte originale del maestro è stato portato via: destinazione Milano, dove suonerà nel corso del concerto inaugurale di Expo.

-

 

E’ stata un’operazione molto delicata, durata un paio di ore, ma in effetti il bene pretendeva tutte le cure del caso. Il pianoforte originale di Giacomo Puccini, il Steinway and Sons su cui il maestro compose la Turandot, ha lasciato la casa natale di Lucca per raggiungere Milano dove sarà protagonista giovedì sera in piazza Duomo per il concerto inaugurale di Expo. Le operazioni di imbracatura e spostamento lungo le strette scale della casa sono durate alcune ore. Tutto è filato via liscio, senza problemi. Nei giorni scorsi Simonetta, nipote del maestro, aveva espresso la sua preoccupazione per questo viaggio del cimelio, ma l’occasione di promozione per il nome di Puccini e di Lucca era troppo importante per non essere colta.

“Capisco le preoccupazioni di Simonetta Puccini – ha detto il direttore della Fondazione Puccini, Massimo Marsili -, siamo consapevoli delle delicatezza dello strumento e per questo le operazioni di spostamento sono state curate nei minimi dettagli. Ma quella del concerto di Expo è un’occasione straordinaria”.

I vertici della Fondazione Puccini insieme a Comune, Provincia e Camera di Commercio hanno sottolineato l’importanza dell’occasione Expo. Oltre al concerto inaugurale, il brand Puccini-Lucca sarà protagonista a Milano a giugno-luglio con l’esposizione del celebre costume utilizzato nel secondo atto della Turandot al Metropolitan di New York nel 1926. Per tutta Expo, nel padiglione Italia, inoltre, sarà proiettato un video promozionale con le bellezze di Lucca, intrecciate alla Casa Natale e alla musica del maestro.

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento