Lucchese non si ferma più: 3-0 al San Marino

CALCIO LEGA PRO - I rossoneri ospitavano il fanalino di coda San Marino in un confronto agevole, ma solo sulla carta. Out Pagano, Calcagni e Ferretti, Galderisi ha concesso fiducia ai giovani Risaliti e Scapinello e ha rispolverato Strizzolo. Tre punti per blindare la salvezza e sognare la Tim Cup.

-

1_4_15_ Lucchese

La Pasqua dietro l’angolo e nel classico uovo la Lucchese spera di trovare altri tre punti, una vittoria che permetterebbe ai rossoneri di salire nei quartieri nobili della classifica.Galderisi a sorpresa esclude Raicevic, poi spiegherà perchè, al suo posto Strizzolo. Il San Marino è quasi alla disperazione: sulla panchina dei Titani debutto del neo tecnico D’Adderio. Primo caldo stagionale e la Lucchese, quella della prima mezz’ora pare già in vacanza. Lenta e svagata, seconda su tutti i palloni, la squadra di Galderisi concede qualche chance ad un San Marino tanto volenteroso quanto modesto. Al 24esimo gli ospiti vanno vicini al vantaggio e nel breve volgere di pochi secondi deve metterci una doppia pezza il sempre attento e reattivo Di Masi. Pensi: ora la Lucchese si sveglierà… Una velenosa punizione di Lo Sicco e forte di testa col pallone che si alza d’un palmo sopra la traversa. E’ il preludio al vantaggio e alla svolta della partita. Corre il 41esimo e i rossoneri confezionano una bella azione che porta al fallo di Benassi su Forte. Secondo giallo ed espulsione per il centrale sammarinese. Dal dischetto ill centravavnti rossonero non calcia benissimo, Gobbo intuisce ma non trattiene il pallone che s’insacca. Sotto di una rete e con l’uomo in meno, per il San Marino è notte fonda. Anche se in realtà prima delle fine del tempo Di Masi deve metterci i pugni su Musetti.  La gara va definitivamente in archivio al 18esimo della ripresa: Raicevic entrato in campo da pochi minuti, viene servito da Forte con un delizioso tacco smarcante, quasi non crede a tanta grazia ma insacca di giustezza. Alvaro perde la testa e viene a sua volta cacciato. San Marino in 9. Ora è pura accademia per la Lucchese che all’incedere della mezz’ora trova anche la terza rete. Stavolta Raicevic restituisce il favore al companeros: Gobbo prima respinge poi da posiziione defilata il Forte che fa dieci e lode insacca nella porta ormai sguarnita. Il resto serve solo a concedere qualche minuto al giovane Russo e a Pizza. Finsice 3-0 per una Lucchese ormai salva, ma soprattuto lanciatisima veros una posizione di classifica lusinghiera e fino apoche settimane fa francamente inseparata. Alla ripresa la trasferta di Teramo ma a questo punto perchè non crederci ?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento