Traffico internazionale di farmaci, arrestato lucchese

MILANO - C'è anche un lucchese di 37 anni, Matteo Gavini, tra le 19 persone finite in manette nell'ambito di un'operazione dei carabinieri del Nas di Milano contro un traffico internazionale di farmaci rubati.

-

NAS_CARABINIERI

Il lucchese arrestato, attualmente responsabile commerciale per una farmacia della zona di Lucca, è finito nei guai per la sua attività precedente come responsabile commerciale per un’azienda farmaceutica di Genova. L’accusa nei suoi confronti è quella di associazione per delinquere finalizzata al furto di farmaci ad alto costo.

Il riciclaggio, secondo l’indagine del Nas di Milano, avveniva tramite cartiere, dislocate a Londra, Malta, Belize e la Svizzera, fondate e complici dell’associazione per delinquere, che avevano lo scopo di stampare nuove scatole ed etichette per “ripulire” i farmaci. Una volta sistemati, i “nuovi” medicinali, secondo i carabinieri, venivano venduti in Germania, in Bulgaria e in altri mercati dove quel tipo di prodotto costa di più. I soldi poi ricavati venivano depositati in conti svizzeri, scovati sempre dal Nas.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento