Importante ritrovamento archeologico durante gli scavi per l’isola ecologica

LUCCA - A pochi giorni dall'inizio degli scavi in Via del Crocifisso per la realizzazione dell’isola ecologica a scomparsa, intervento promosso dall’assessorato all’Ambiente e da Sistema Ambiente SpA, è tornata alla luce una necropoli di epoca alto medievale.

-

ARCHEOLOGIA

Sono state scoperte una decina di sepolture a fossa terragna, contenente scheletri di adulti sia maschi, sia femmine, ancora in buono stato di conservazione. Le tombe, risalenti all’VIII-IX secolo, sono poste ad una profondità di circa 1,50 m dal piano stradale, e sono tutte orientate  in senso ovest – est, come avveniva comunemente in quell’epoca.

L’importante ritrovamento e’ avvenuto a pochi metri dalla Chiesa del Crocifisso dei Bianchi, nell’area in cui sorgeva la più antica Chiesa di San Benedetto in Palazzo, cosi nominata per la vicinanza con il Palazzo dei Marchesi di Toscana. Gli scavi diretti dal dott. Giulio Ciampoltrini e curati dalle archeologhe  Elisabetta Abela e Maila Franceschini, proseguiranno nei prossimi giorni e  per completate le delicate operazioni di rilievo e documentazione, e procedere poi con gli scavi.

Come già avvenuto un passato, gli scavi per  la sistemazione delle isole ecologiche interrate fornisce anche una grande occasione di riscoprire pagine inedite della storia più antica della nostra città.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento