Sette comuni per il Monte Pisano

CAPANNORI -Siglato un protocollo d'intesa tra sette comuni per la valorizzazione del monte Pisano. Tra le prime azioni un incontro con le imprese dell'area a giugno e la partecipazione del progetto a 'Fuori Expo' a Milano, A siglare il documento i Comuni di Capannori, Lucca, Buti, Calci, S. Giuliano Terme, Vicopisano e Vecchiano.

-

Valorizzare il Monte Pisano dal punto di vista ambientale e turistico per rendere quest’area montana che si estende per una lunghezza complessiva di 20 km  ed  una superficie di 15.200 ettari a cavallo tra  Lucca e Pisa un polo naturalistico d’eccellenza della Toscana. E’ questo l’obiettivo di uno specifico progetto, di cui è capofila il Comune di Capannori  e del quale fanno parte altri sei Comuni su cui si sviluppano i  Monti  Pisani: Lucca, Buti, Calci, S. Giuliano Terme, Vicopisano e Vecchiano.  Per realizzare il progetto è stato siglato un protocollo d’intesa nella sede del comune di Capannori.  Ad apporre la firma sul documento che sancisce l’avvio di una serie di azioni congiunte e coordinate per rendere sempre più attrattivo il patrimonio naturalistico del Monte Pisano, sono stati il sindaco di Capannori Luca Menesini, l’assessore al turismo del Comune di Lucca, Giovanni Lemucchi,  il sindaco di Buti, Alessio Lari, il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti,  il sindaco di S.Giuliano Terme Sergio Di Maio, il sindaco di Vicopisano Juri Taglioli e il vice sindaco di Vecchiano, Federico  Meini. Lo scopo del documento è l’individuazione, nell’ambito di progetti già avviati, di itinerari sentieristici, cicloturistici ed enogastronomici da promuovere congiuntamente; la valorizzazione, la cura  e l’ampliamento della rete escursionistica; il sostegno al progetto di recupero e valorizzazione della ex linea ferroviaria Lucca-Pontedera. tra le prime azioni concertate, la  partecipazione a  ‘Fuori Expo’ a  Milano a settembre  e la presentazione del progetto alla Regione Toscana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento