Capannori, profughi al lavoro per recuperare un campo sportivo

CAPANNORI - Quindici profughi richiedenti asilo politico, che hanno trovato ospitalità nel territorio di Capannori, da lunedì 27 luglio si occuperanno del recupero del campo sportivo presente nella Casa della Salute “Gori” di Marlia.

-

profughi

I quindici profughi provenienti da Ghana, Mali, Gambia e Senegal, che lavoreranno a titolo volontario, restituiranno ai cittadini di Capannori un campo sportivo rimettendolo in piedi dal nulla e si prenderanno cura, allo stesso tempo, del parco di casa Gori. L’operazione è stata realizzata dal Comune, grazie alla collaborazione di associazioni e cooperative.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento