Fondazioni bancarie unite a caccia di fondi europei

LUCCA - La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con quelle di Spezia, carrara e Livorno hanno studiato un progetto per collaborare insieme per l'ottenimento di fondi europei da destinare alla cultura.

-

FONDAZIONE.avi.Still001

Un protocollo di partenariato consentirà a quattro fondazioni di origine bancaria di esplorare le nuove frontiere dei finanziamenti europei, in particolare finalizzati alla realizzazione di progetti nell’ambito dei beni e delle attività culturali. L’accordo è stato sottoscritto questa mattina a Lucca da Alberto Pincione, Matteo Melley e Arturo Lattanzi, rispettivamente presidenti delle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Carrara, La Spezia e Lucca, e da Luciano Barsotti, presidente della Fondazione Livorno, alla presenza di Vannina Bernard-Leoni, direttrice della Fondazione dell’Università di Corsica, istituzione individuata come possibile partner di progetto.
Una iniziativa – la prima del genere nell’area fra Toscana nord-occidentale e Liguria di Levante – che è stata assunta dalle quattro Fondazioni bancarie proprio perché storicamente unite dal forte legame al territorio di appartenenza, dalla consolidata esperienza in campo culturale e dall’impegno costante nell’attività erogativa, promozionale, di formazione e di valorizzazione del territorio.Le risorse impiegate nel 2014 per interventi nel settore delle attività e dei beni culturali ammontano complessivamente alla significativa cifra di 14,5 milioni di Euro, per una percentuale media sul totale delle risorse erogate di circa il 40%.L’accordo odierno, dunque, apre la via all’individuazione e all’analisi delle opportunità offerte dai programmi di finanziamento indetti dall’Unione Europea, disponibili per le tematiche relative al sistema dei beni e delle attività culturali, cui potrà seguire lo sviluppo di progetti condivisi che si inseriscano in tale ambito.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento